Articoli dello Statuto della Federazione Nazionale Riservisti che inquadrano e definiscono le caratteristische sei soci e le loro prerogative.

9) L’iscrizione alla “FEDERAZIONE NAZIONALE RISERVISTI” è aperta alle persone di entrambi i sessi, di cittadinanza italiana o straniera, a prescindere dall’avere prestato o meno servizio militare nelle Forze Armate della Repubblica Italiana e/o in quelle di una delle Nazioni definite “Paesi Amici” secondo l’elenco stabilito dalle competenti autorità.

10) L’adesione alla Federazione è volontaria e si formalizza completando le operazioni di:
a) comunicazione dei dati anagrafici e personali civili e militari, secondo le modalità previste dagli appositi Organi della Federazione;
b) sottoscrizione della dichiarazione di veridicità dei dati stessi;
c) pagamento della quota sociale per l’anno sociale in corso.

11) I dati personali degli iscritti vengono acquisiti, gestiti e trattati secondo quanto è previsto dalle leggi e norme vigenti in merito.

12) Per i primi 365 giorni dalla formalizzazione della iscrizione questa è da considerare temporanea, qualsiasi sia la categoria di appartenenza. Durante tale periodo il socio è soggetto a tutte le prerogative della categoria di appartenenza. Terminato tale lasso di tempo senza che siano state rilevate ragioni ostative a carico del socio, essa diventa effettiva.

13) L’iscrizione dei soci avviene a livello centrale, previa la verifica della documentazione necessaria, come definita dagli appositi organi della Federazione, e per il tramite del Comitato Promotore, delle Sezioni e/o dei Delegati Fiduciari ed è soggetta a rinnovo annuale che consiste nel pagamento della quota sociale.

14) La quota annuale di iscrizione e la sua ripartizione fra i vari Organi della Federazione vengono determinati dal Consiglio Direttivo Nazionale, essa:
a) non è trasferibile;
b) non può essere restituita;
c) non costituisce diritto a rivalutazione.

15) Non possono essere iscritte alla Federazione le persone che hanno esercitato l’obiezione di coscienza relativamente al servizio militare.

16) Esistono tre categorie di Soci:
a) soci ordinari;
b) soci veterani;
c) soci simpatizzanti.

17) Sono soci ordinari gli iscritti aventi il grado militare e l’età anagrafica, maggiorata di 3 anni, stabiliti dal Ministero della Difesa per poter essere soggetti al richiamo in servizio.
Gli iscritti appartenenti a questa categoria:
a) sono titolari del diritto di elettorato attivo;
b) sono titolari del diritto di elettorato passivo per qualunque carica fra quelle previste dal presente Statuto;
c) hanno il diritto di partecipare, intervenire e votare alla Assemblea Nazionale.

18) Sono soci veterani gli iscritti che non possiedono i requisiti fissati dal precedente articolo 17 e quelli che non possiedono più le caratteristiche fisiche e sanitarie stabilite dal Ministero della Difesa per poter essere soggetti al richiamo in servizio.
Gli iscritti appartenenti a questa categoria:
a) sono titolari del diritto di elettorato attivo;
b) sono titolari del diritto di elettorato passivo esclusivamente per le cariche negli Organi non Direttivi della Federazione.

19) Sono soci simpatizzanti:
a) i militari in servizio attivo di ogni grado e categoria;
b) i famigliari di primo grado di un socio ordinario o veterano;
c) i cittadini italiani che, pur non avendo prestato servizio militare, posseggano le caratteristiche ideali e morali adatte;
d) i cittadini stranieri che abbiano prestato servizio militare nel Paese del quale hanno la cittadinanza;
e) chiunque, avendo i titoli per appartenere alle categorie di socio descritte dai precedenti articoli 17 e 18, ne faccia espressa richiesta.
Gli appartenenti a questa categoria di iscritti:
f) sono titolari del diritto di elettorato attivo;
g) possono essere nominati a partecipare alla composizione degli Organi Tecnici della Federazione.

20) Sono soci fondatori gli iscritti, già definiti nelle categorie di cui ai precedenti articoli 17, 18 e 19, che hanno sottoscritto l’atto di fondazione della Federazione e/o partecipato ai lavori di fondazione della Federazione stessa. Essi sono di diritto membri del Comitato Promotore. In virtù delle incombenze loro attribuite e con il solo scopo di permettere la pratica espressione delle loro funzioni, i soci fondatori possono godere delle seguenti particolari prerogative:
a) deroga relativamente ai limiti di età per la attribuzione della categoria di appartenenza come socio;
b) deroga relativamente alle prescrizioni relative al cumulo delle cariche interne ed esterne alla Federazione.

21) Tutti gli iscritti hanno pari dignità fra loro, le eventuali cariche sociali rivestite dagli Iscritti stabiliscono gerarchie interne funzionali.

22) Gli appartenenti ai Corpi Ausiliari delle Forze Armate della Repubblica Italiana possono essere iscritti alla Federazione:
a) come socio ordinario o veterano, esclusivamente qualificandosi quale militare “congedato/appartenente alla Riserva” e attenendosi a tale status senza deroghe e/o eccezioni;
oppure,
b) come socio simpatizzante, qualificandosi come appartenente ai Corpi Ausiliari delle Forze Armate della Repubblica Italiana e attenendosi a tale status senza deroghe e/o eccezioni.

23) I soci di ogni categoria hanno il dovere:
a) di partecipare nei limiti delle proprie possibilità alla vita e alle attività della Federazione;
b) contribuire nelle varie forme al conseguimento degli scopi sociali;
c) di versare la quota sociale annuale secondo le disposizioni fissate dai competenti Organi della Federazione;
d) di osservare nel modo più scrupoloso le vigenti disposizioni di legge relativamente alle attività ed ai fini
istituzionali della Federazione;
e) di osservare la riservatezza relativamente a qualsiasi materiale
I) informativo,
II) promozionale,
III) didattico,
IV) formativo,
V) addestrativo
a cui abbia avuto accesso all’interno e per il tramite della Federazione Nazionale Riservisti;
f) di tutelare la riservatezza sulle materie attinenti le attività istituzionali delle Forze Armate e sulle questioni interne e d’ufficio della Federazione;
g) di riportare agli organi disciplinari della Federazione ogni violazione dello Statuto che dovesse rilevare.

24) I soci di ogni categoria hanno il diritto:
a) di partecipare alla vita e alle attività della Federazione;
b) di esprimersi nei confronti degli argomenti relativi alla Federazione;
c) di presentare quesiti ed istanze;
d) di fregiarsi del distintivo sociale nelle occasioni in cui ciò sia permesso;
e) di partecipare alle Assemblee della Sezione a cui appartengono;
f) di frequentare i locali sociali a norma dei relativi regolamenti;
g) di fruire in generale delle attività svolte e dei servizi erogati dalla “FEDERAZIONE NAZIONALE RISERVISTI” e dai suoi Organi;
h) di ricevere le pubblicazioni della Federazione, secondo le condizioni e i limiti fissati dallo Statuto, dalle disposizioni emanate dagli Organi della Federazione e dalle normative in vigore.

25) Il socio che non rinnova la sua iscrizione alla Federazione entro i 30 giorni successivi al termine fissato dai competenti Organi della Federazione decade dalla posizione di socio e può essere reinserito nei ruoli solo previo il pagamento della quota annuale arretrata e presentazione di una formale richiesta di riammissione, fatte salve la cause di forza maggiore che devono essere valutate dal Comitato Promotore; terminato l’anno sociale per il quale l’iscritto si presenta nella stato di morosità, egli viene radiato d’ufficio.

26) Durante il periodo stabilito dal precedente articolo 12 e in attuazione del seguente articolo 29, il Comitato Promotore, con provvedimento motivato adottato a maggioranza assoluta, può negare l’iscrizione alla Federazione a persone che, avendo in linea di principio titolo per essere iscritti in una delle categorie previste, non siano ritenute adatte a perseguire e rappresentare i principi ispiratori della Federazione così come delineati dal presente Statuto. Contro tale decisione è ammesso ricorso al Collegio di Garanzia. Tale ricorso dovrà essere presentato per il tramite della Sezione o del Delegato Fiduciario territorialmente competente, che dovranno ricevere il riscorso stesso entro trenta giorni dalla comunicazione del diniego.
La decisione del Collegio di Garanzia è inappellabile.

Iscrizione alla Federazione Nazionale Riservisti da parte di “militari in congedo”

Iscrizione alla Federazione Nazionale Riservisti da parte di militari in servizio attivo e appartenenti ai Corpi Armati dello Stato